Laura Maria Zanetti – “Baciami”, ricordando Lawrence Ferlinghetti

Fotografia di Walter Pescara

Riceviamo questo bellissimo ricordo, accompagnato da una poesia, di Laura Maria Zanetti sul grande poeta ed editore Lawrence Ferlinghetti, recentemente scomparso all’età di 101 anni. Un ringraziamento all’autrice per averci inviato il testo e a Emilia Mirazchiyska per aver propiziato questo incontro.

Scrissi questa poesia a metà degli anni 2000 di getto, alla Alda Merini. Fa parte del mio florilegio poetico di poesie d’amore Lubire (che in romeno significa Amore). È per Lawrence; Lawrence che doveva entrare in ospedale per la pulizia della carotide.

Ero a Los Angeles e avrei dovuto essere a San Francisco per intervistarlo per La Livre, quel capolavoro di Conz che racchiudeva tutte le avanguardie poetiche del ‘900.

Orbene, direbbe Saramago, l’appuntamento era fissato per un tal giorno, con già acquistato il biglietto aereo. Mi scrive Jack[1] in e-mail: “cara Laura mi ha incaricato Lawrence di scriverti di non venire su. Tra due gg deve entrare in ospedale per la pulizia della carotide”.

Io:

“ho già il ticket aereo, beh vengo su lo stesso, l’intervista la farò più avanti. Magari attraverso mail. Voglio venirlo a salutare”.

Così salgo a Frisco. Salgo le scale di mogano al 250 di Francisco street. C’era Jack. C’era Aggy[2]. Abbiamo mangiato pane con il mio formaggio, bevuto generosi bicchieri di rosso poi, quando sto per andarmene, ho appena fatto il primo scalino che Lawrence mi tira su, mi prende la mano, mi conduce a metà corridoio, verso il suo studio, mi mette contro il muro e mi bacia sulla bocca. Riempiendola della sua saliva.
Lì per lì ero come imbambolata, poi mi son detta: “Beh è pur sempre saliva di un poeta, che può contagiare con il virus della poesia”

ecco quindi…

Lawrence Ferlinghetti e Laura Maria Zanetti a San Francisco in occasione del Festival Internazionale di Poesia Sociale 2007

BACIAMI

toglimi l’urlo dentro l’urlo fuori
quando attaccheranno
in assenza della luna

conducimi
dentro il bosco dolce
di rovere
e
sull’humus di foglie putride
dove si nascondono piccoli
tesori per i ricchi
baciami

baciami con gli occhi
baciami con la pelle

baciami

io ti bacerò
come solo le rondini san fare
sul filo
della tensione elettrica

prima del nido
dopo il nido

a primavera

Lawrence Ferlinghetti e Laura Maria Zanetti a Levico Terme Valsugana trentina

[1] Jack Hirschman [ndr]

[2] Agneta Falck [ndr]

Un commento

  1. KISS ME
    by Laura Maria Zanetti

    take away the scream inside the scream outside
    when they attack
    in the absence of the moon

    lead me
    inside the sweet wood
    of oaks
    and
    on the humus of putrid leaves
    where little treasures
    for the rich hide
    kiss me

    kiss me with your eyes
    kiss me with your skin

    kiss me

    i will kiss you
    as only swallows can do
    on the wire
    of the electrical voltage

    before the nest
    after the nest

    in spring

    (Translated by Chandramohan Sathyanathan and Emilia Mirazchiyska)
    #Happy_Ferlinghetti_Day

    a San Francisco partirà tra poco l’Happy Ferlinghetti Day (oggi avrebbe compiuto 102 anni)
    verrà letta anche la poesia di Laura Maria Zanetti “Baciami”
    in italiano e nella nostra traduzione inglese che abbiamo fatto con Chandramohan Sathyanatan poco fa.
    Con ovviamente nomi dei traduttori per i credits
    Thanks, Laura!

    "Mi piace"

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...